Notizie FIFA 20 Apex Legends Star Wars Jedi: Fallen Order™ The Sims 4 Battlefield V Anthem Sea Of Solitude Pagina principale Electronic Arts Pagina principale Electronic Arts Sfoglia giochi Libreria Giochi gratuiti Acquista su Origin Aggiornamento giochi su Origin Access Chi siamo Notizie Studi di sviluppo Lavora con noi Chiedi supporto Forum Giochi Giochi gratuiti Acquista su Origin Aggiornamento su Origin Access Informazioni Chiedi supporto Forum Newsletter Scopri EA Access Scopri Origin Access

Tempesta di fuoco: battaglia all'ultima squadra

Criterion Games parla dello sviluppo della modalità Battle Royale per Battlefield V

A porte chiuse

Tempesta di fuoco*, l'attesissimo debutto di Battlefield V nel mondo delle Battle Royale, è in arrivo il 25 marzo. Abbiamo parlato con alcuni sviluppatori di Tempesta di fuoco per capire come è stato possibile creare un'esperienza fedele alla serie di Battlefield e al tempo stesso rivoluzionaria per questo genere di giochi.

 

Dal momento che ogni partecipante ha una sola vita, la posta in gioco è incredibilmente alta nella modalità Battle Royale di Tempesta di fuoco. L'assenza di rientri, l'implacabile cerchio di fuoco distruttivo e il timore che il prossimo scontro a fuoco potrebbe essere l'ultimo contribuiscono ad accrescere la tensione della battaglia. D'altro canto, il fatto di avere una sola vita significa che chiunque ha la possibilità di diventare l'ultimo superstite, se dimostra di saper usare l'arsenale di armi, rinforzi e mezzi da battaglia a sua disposizione.

Battlefield V è già di suo uno sparatutto intenso in cui basta un colpo ben piazzato per mettere un giocatore fuori combattimento. Gli sviluppatori di Criterion Games, nonché autori di Tempesta di fuoco, hanno voluto mettere i giocatori ancora più sotto pressione.

"Abbiamo progettato l'esperienza in modo che un giocatore che combatte da solo si senta spaventato e intimidito in questi immensi scenari", afferma Steve Uphill, direttore grafica studio di Criterion Games.

Le sconfinate ambientazioni di Tempesta di fuoco possono aumentare rapidamente la tensione facendo sentire il giocatore smarrito e isolato. La mappa è circa 10 volte più grande di Hamada, che è già tra le più vaste dell'intera serie di Battlefield . Il progettista di gioco senior John Stanley sostiene che la dimensione del mondo di Tempesta di fuoco sia essenziale per creare i famosi "momenti in puro stile Battlefield".

"I combattimenti possono variare molto, con istanti di azione intensa e altri in cui il giocatore si ritrova in grandi spazi aperti da solo o insieme alla propria squadra, con la tensione che sale a mille", afferma Stanley. "Così, appena qualcuno dà inizio alla battaglia con un'esplosione o un attacco d'artiglieria, il giocatore resta come tramortito."

Per creare l'intenso e pericoloso mondo di Tempesta di fuoco, gli sviluppatori di Criterion non hanno dato niente per scontato. Perfino gli elementi che in genere non hanno molta rilevanza nelle Battle Royale, come il cerchio che riduce man mano l'area di gioco, sono stati al centro di uno studio approfondito.

Come da tradizione per i giochi di questo tipo, Tempesta di fuoco ha un "anello" che si restringe gradualmente sulla mappa, obbligando le squadre a scontrarsi. In Tempesta di fuoco, il cerchio è un altro fattore che aumenta la tensione.

"Il cerchio di fuoco è un cardine del gameplay", spiega Uphill. "Inizialmente abbiamo provato a usare dei muri mobili stilizzati, ma ci serviva qualcosa di più minaccioso e in grado di aumentare a dismisura la tensione."

"La barriera di fuoco è impressionante dal punto di vista visivo e sonoro, ma è anche incredibilmente distruttiva. Se ti ritrovi bloccato in un edificio non basta dire 'OK, adesso inizierò a subire qualche danno', perché tutto quello che ti circonda inizia a disintegrarsi", aggiunge Stanley. 

Pur con tutti i suoi momenti altamente spettacolari, la serie di Battlefield non ha mai rinunciato a dare un senso di realismo alla rappresentazione dei conflitti. Unire questa filosofia al genere delle Battle Royale non è stato un compito facile per gli sviluppatori.

"Credibilità e autenticità sono da sempre alla base di Battlefield, ma sapevamo quanto sarebbe stato complicato farle confluire in una Battle Royale", dichiara Uphill. "Volevamo evitare di creare qualcosa di poco realistico non in linea con lo spirito del gioco principale. Così abbiamo cercato il giusto equilibrio tra le esigenze di gameplay e il realismo tipico di Battlefield."

Gli sviluppatori di Battlefield hanno puntato molto sulla varietà delle ambientazioni per offrire ai giocatori aree con caratteristiche uniche e ben distinguibili. La ricca e variegata mappa della Norvegia si è rivelata perfetta come scenario di Tempesta di fuoco, permettendo di mantenere una buona dose di realismo senza sacrificare la varietà del mondo di gioco. 

"Non volevamo creare la solita mappa Battle Royale fatta soltanto di deserti, pianure erbose o distese innevate. Varietà era la nostra parola d'ordine, come quella che caratterizza i giochi open world", afferma Uphill. "La Norvegia è stata la scelta ideale, dal momento che presenta aree innevate, lunghi tratti di costa e ampie zone più desolate nell'entroterra."

"Abbiamo compiuto numerosi sopralluoghi in Norvegia per rendere tutto più autentico", sottolinea il direttore grafica Christian Bense. "Molti giochi Battle Royale si limitano a sparpagliare a casaccio punti di interesse con un tema specifico. Noi volevamo ricreare un piccolo angolo di Norvegia."

I veicoli sono un altro tratto distintivo della serie di Battlefield. Non mancano neppure in Tempesta di fuoco, dove hanno funzioni di trasporto oltre che di combattimento.

"In ogni sezione sono presenti vari tipi di veicoli a disposizione dei giocatori", afferma Bense. "Abbiamo anche uno Schwimmwagen (letteralmente 'auto natante'), un veicolo anfibio dotato di mitragliatrice."

Per ottenere i veicoli più pericolosi, come il Panzer IV, i giocatori devono superare qualche ostacolo in più.

"Abbiamo inserito i mezzi da battaglia più potenti all'interno di bunker sotterranei sparsi sulla mappa, protetti da due porte blindate", spiega Stanley. "L'apertura di un bunker viene subito segnalata da un allarme. Questo espone a gravi rischi, dato che nelle Battle Royale non conviene sbandierare la propria posizione. Se si vuole accedere a tali mezzi, è meglio essere veloci."

Dalla presenza di veicoli storici alla cura maniacale dei dettagli, è chiaro che Tempesta di fuoco ha il DNA di  Battlefield. Ma proprio per via della serietà e del realismo di questa modalità, una domanda sorge spontanea: perché i trattori?

"In Tempesta di fuoco sono presenti alcuni veicoli non disponibili nel gioco principale, anche per variare un po' dai soliti mezzi militari. I trattori aggiungono un tocco di 'leggerezza' a un'esperienza all'insegna della tensione", dichiara Uphill. "Mettersi alla guida di un trattore strappa sempre qualche risata, specialmente se si rimorchia un cannone anticarro o antiaereo e si va in battaglia così in compagnia di qualche amico."

______________________

Se vuoi sapere tutto su Battlefield, visita il sito web ufficiale della serie.

Partecipa alla conversazione su tutto ciò che riguarda EA:  leggi il nostro blog, seguici su  Twitter e  Instagram e metti "Mi piace" alla nostra pagina di  Facebook.

*POTREBBE ESSERE RICHIESTA UNA CONNESSIONE A INTERNET PERMANENTE

Notizie collegate

Promozione "Proteggi il tuo account EA" per il mese della sicurezza informa…

Electronic Arts Inc.
18-ott-2019
EA prende estremamente sul serio la sicurezza degli account dei giocatori

Aggiornamento giochi su Origin Access - Ottobre 2019

Electronic Arts Inc.
8-ott-2019
Scopri le novità di ottobre 2019 in The Vault di Origin Access.

Medal of Honor: Above and Beyond - Annuncio ufficiale del gioco

Medal of Honor, Electronic Arts Inc.
25-set-2019
Peter Hirschmann di Respawn ci racconta perché questo gioco è speciale e cosa significa riportare Medal Of Honor alle origini.
Dirigenza Stampa Investitori Playtesting Aggiornamenti Origin Access facebook twitter youtube instagram twitch Sfoglia giochi Info Supporto Acquista su Origin United States United Kingdom Australia France Deutschland Italia 日本 Polska Brasil Россия España Ceska Republika Canada (En) Canada (Fr) Danmark Suomi Mexico Nederland Norge Sverige 中国 대한민국 繁體中文 Note legali Accordo con l’utente Politica sulla privacy e sui cookie (i tuoi diritti sulla privacy) Aggiornamenti sui servizi online